lunedì 6 marzo 2017

Le Vie delle Foto

Nonostante fotografi da quasi 40 anni, finora non ho mai pensato di fare o di partecipare ad una vera mostra fotografica.

L'occasione è arrivata quest'anno con una bella iniziativa che già da diversi anni mette insieme locali triestini e fotografi per una grande mostra collettiva cittadina.

Così ho deciso di presentare MiniG al mondo anche al di fuori di internet...


Se volete qualche informazione in più, qui c'è l'articolo sul blog delle Vie delle Foto.

E se in aprile vorrete passare a visitare la mostra al Tea Room di Trieste mi farete molto piacere :-)
.

martedì 21 febbraio 2017

Il fenomeno Snapchat

Prima Snapchat, poi a ruota altri social lanciano la funzionalità di poter fare filmati da condividere che durano solo 24 ore e poi si autoeliminano.

Ora io mi chiedo che senso ha questa funzione che, dopo Snapchat ed Instagram, ora arriverà anche su Whatsapp?

Se faccio un bel video non ho nessun interesse che sia visibile solo per pochissimo tempo, anzi, voglio che duri e magari venga ricondiviso.

Se faccio invece un video che ritrae qualcosa di imbarazzante, l'idea che non possa poi venir salvato a lungo (e magari ricondiviso al di fuori della stretta cerchia di amici a cui era destinato) dà un falso senso di sicurezza. Falso perché nessuno può garantire che in qualche modo non possa venir fatta una copia permanente con conseguenze che possono essere molto gravi.

Pensiamo ad esempio ad una ragazzina che, fidandosi della temporaneità promessa dalla funzione, mandi immagini intime al suo ragazzo o ad una sua amica. Certo, se effettivamente il video si cancella dopo 24 ore, difficilmente potrà finire in mani sbagliate. Ma, se si trova un modo di copiare quel video e se la copia poi finisce su internet, cosa succede? Abbiamo già avuto casi di suicidio come quello di Tiziana Cantone. Vogliamo incoraggiare il fenomeno?
.

martedì 24 gennaio 2017

Come i triestini vivono la Bora

Immagino tutti avranno sentito prima o poi parlare della famosa Bora di Trieste, il particolare vento catabatico che soffia a raffiche che possono facilmente raggiungere perfino i 200 km/h.

Per i triestini, o almeno per i veri triestini, la Bora è un vento amico che, anche se causa talvolta grossi disagi, tiene anche pulita l'aria, portando via smog e umidità. E nel vento, come giocano i gabbiani, così anche molti triestini impavidi affrontano le sue raffiche perfino sul molo Audace...

.

giovedì 19 gennaio 2017

Le quattro stagioni dei laghi di Fusine

Approfittando della bella nevicata della scorsa settimana, la prima di questa stagione invernale nelle Alpi, ho concluso le riprese con il drone sugli splendidi laghi di Fusine visti in tutte e quattro le stagioni.


giovedì 22 dicembre 2016

Provvedimenti senza criterio

Il Comune di Trieste da anni spinge verso l'uso della bicicletta negli spostamenti cittadini. Un uso non propriamente semplice in una città ricca di saliscendi con pendenze anche importanti. Nonostante ciò, molte sono le piste ciclabili, spesso anche discutibili, che sono state realizzate.

Ora, lo stesso Comune, predispone un regolamento di Polizia locale che prevede la rimozione di catene e lucchetti per tutte le bici che siano fissate a qualsiasi manufatto diverso dagli appositi stalli per bici.

Da un lato sarebbe anche giusto sanzionare la sosta selvaggia di bici fissate a pali o ringhiere dove danno disturbo. Dall'altro però bisogna considerare 2 cose: 

  1. Non si possono rimuovere solo i sistemi di protezione lasciando il mezzo alla mercé di possibili ladri; è semplicemente assurdo. Come se alle auto in divieto di sosta, invece di fare la multa, i vigili forzassero le portiere.
  2. Gli stalli regolari per le bici in città si possono contare sulle dita di una mano. Praticamente inesistenti.
E' tanto difficile pensare a promuovere una mobilità alternativa in modo semplice, cercando di limitare gli attriti tra pedoni, ciclisti e automobilisti invece di creare solo qualche infrastruttura a sé stante senza pianificazione alcuna solo per dire di fare qualcosa e per intascare i contributi UE?
.

giovedì 24 novembre 2016

Il Tarvisiano visto dal drone

Novembre è un mese uggioso, con giornate corte e spesso piovose... Niente di meglio quindi per rivedere un po' di riprese fatte con il drone in montagna quest'estate e per montarle in un video che spero vi piacerà.



martedì 13 settembre 2016

Il danno e la beffa

Tra le innumerevoli farse burocraticotecnicopolitiche del nostro Paese ecco qui l'ultima che riguarda Trieste:

Tutto nasce da un controllo sulle emissioni della ferriera che da anni è (giustamente) nel mirino di ambientalisti e tanti comuni cittadini che abitano vicino ad una struttura poco compatibile con un ambito cittadino.

Durante questi controlli è emerso che i terreni di 7 aree verdi della città risultano fortemente inquinati da sostanze potenzialmente cancerogene.

Quello che non si sa è se questo inquinamento possa venir ricondotto alla ferriera, al traffico oppure fosse già presente nei terreni di queste aree.

Per capire la fonte dell'inquinamento ora sembra ci vorranno addirittura DUE ANNI!

Due anni durante i quali la ferriera continuerà ad inquinare a funzionare mentre i giardini, con relative aree gioco per bambini, resteranno off limits. Non potrà venir tagliata l'erba, venir curate le piante, fatta pulizia e tolte le erbacce se non con metodi da bonifica chimico-batteriologica (e quindi sappiamo già a che degrado ulteriore andranno incontro queste zone).

In pratica città doppiamente sconfitta...
.