giovedì 6 marzo 2014

Comuni-Chiamo: un servizio davvero interessante

Ieri pomeriggio, twittando con il Sindaco di Trieste per un problema di viabilità, ho scoperto che esiste un sito davvero ben fatto che raccoglie le segnalazioni dei cittadini per vari problemi pubblici.

Al momento questo sito, che si chiama Comuni-Chiamo, è attivo per 30 Comuni italiani fra cui quello di Trieste.


Semplicemente registrandosi al servizio è possibile segnalare problemi a strade, illuminazione pubblica, servizi pubblici, rifiuti, ecc... ed essere tenuti informati circa l'avanzamento delle proprie segnalazioni.

Il servizio è disponibile sia da computer che tramite app per smartphone Android o Apple, quindi qualcosa di veramente facile da usare in qualsiasi occasione ed in qualsiasi momento.

Diciamo che sono rimasto davvero piacevolmente stupito di vedere che anche in Italia, se si vuole, l'amministrazione pubblica può offrire ai cittadini qualcosa al passo con i tempi e con il resto d'Europa. 

Ora si tratta solo di estendere il servizio ai restanti 8000 Comuni (o almeno ai restanti 500 Comuni con più di 15.000 abitanti)...
.

22 commenti:

  1. Se lo sa il mio Sindaco si attiva subito...

    RispondiElimina
  2. Il mio sindaco è uno di quelli che manda ancora le comunicazioni tramite volantini e/o circolari distribuiti porta a porta.
    L'iniziativa è davvero molto interessante, si tratta di capire se poi le segnalazioni hanno un seguito oppure rimangono lì, a prender la polvere (virtuale).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto una segnalazione ieri e questa mattina mi è già arrivata una mail che mi informa che è stata presa in esame. Se poi in questo modo verranno anche davvero effettuati/velocizzati degli interventi suggeriti/richiesti, staremo a vedere. Però sono abbastanza fiducioso: il sistema sembra davvero efficiente

      Elimina
    2. Poi questo è un portale: credo che molto dipenda dalle singole amministrazioni che decidono di utilizzarlo. Magari qualche Comune lo sfrutterà bene, altri lo terranno solo come una bella inutile vetrina...

      Elimina
  3. Interessante anche se si sa, tecnologicamente non ci manca nulla ormai, ci sono le possibilità per fare questo e di più, troppo spesso é la volontà che difetta... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò che finora in Italia ho visto tanti portali fatti davvero con i piedi (ed in genere costati patrimoni). Questo invece è semplice, efficace e veramente fruibile. Manca solo di verificare che il Comune lo utilizzi al meglio.
      Poi sarebbe bello che anche altri Comuni in Italia aderissero in modo da creare un servizio davvero a carattere nazionale

      Elimina
  4. Roma non c'è... però io comunico direttamente con il presidente del mio Municipio tramite facebook e risponde sempre... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La comunicazione diretta con le amministrazioni è importante perchè le segnalazioni dei cittadini possono aiutare molto a rendere migliori le città. Avere un portale unico fatto bene aiuta ancora di più. Dovremmo staccarci dall'italica abitudine del rapporto basato sulle amicizie e conoscenze e passare ad una comunicazione formale ma semplice, rapida e ben strutturata come ad esempio permette di fare il sito di Comuni-Chiamo.

      Elimina
    2. A Roma era attivo un altro "social network" per le segnalazioni relative al decoro urbano, ma sembra che ora l'accordo con il Comune sia stato revocato

      Elimina
  5. Mi tocca fare la solita parte del diavolo ma secondo me non avete fatto mente locale sul costo del servizio (prego ripensare al mitico "italy.it" colo logo stile salumificio ideato dal duo Brambilla&Berlusconi nonchè il "pliz, visit itali" di Rutelli) e il fatto che tale costo si paga con la "tassa probabilistica sulla proprietà", che se sai dov'è non sai quant'è e se sai quant'è non sai dov'è, vedi alla voce IMU, TARES, TASI, VATTELAPESCA, XYZ.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Italy.it era proprio l'antitesi di questo sito... Ora non conosco i costi di Comuni-chiamo però quello che so di sicuro (perchè basta guardarlo) è che questo sito è ben fatto e funzionale. Se in cambio delle tasse abbiamo servizi che funzionano io non ho motivo di lamentarmi: dopotutto le tasse si pagano (si dovrebbero pagare) proprio per questo, per avere validi servizi per la comunità. Il problema delle tasse in Italia è che si pagano per mantenere un assurdo sistema burocratico-assistenzialista che non produce nulla.

      Elimina
  6. Io sono perfettamente d'accordo che tu paghi le tasse per i tuoi servizi funzionali.
    Non fa una piega.

    Sono un po' meno d'accordo che io paghi le tasse per i tuoi servizi funzionali.
    Dato che vivo in Italia, cloaca maxima, so già che qualsiasi sia il servizio finirà come questo (solo un esempio n-esimo tra gli n possibili):
    http://www.repubblica.it/politica/2014/03/05/news/ministero_agricoltura_fondi_europei-80237386/

    Il sindaco di un qualsiasi comune italiano deve solo prendere una bicletta e fare un giro per la città una volta alla settimana per vedere coi suoi occhi il 99% dei problemi che gli possono essere segnalati dai cittadini. Cosa molto ma molto meno di un altro esercizio di stile nel filone "casaleggio".

    RispondiElimina
  7. mi sembra davvero un'ottima idea, uhm quindi mi sa che a Genova...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari pubblicizzando l'iniziativa forse si aiuta a diffonderla...

      Elimina
  8. Il problema di molti comuni, quanto meno del mio, è che se vai a parlare di iniziative simili difficilmente ti vengono dietro... spesso anche per incompetenza di settore.

    Comunque ci sono poche scuse che reggono, noi cittadini dobbiamo essere i primi a farci promotori di buone idee come queste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è facile ma insistendo magari prima o dopo qualche dirigente pubblico di mentalità più aperta e moderna lo si trova...

      Elimina
  9. bella iniziativa quella di segnalare i guasti, poi bisogna vedere se i comuni tengono nel giusto conto le segnalazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella è la seconda parte della faccenda...

      Elimina
  10. Hai vinto un premio (è una cazzata ma non è uno spam, vai a Cassetti)

    http://cassetticonfusi.blogspot.com/2014/03/premio-liebster-award-god-bless-child.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carina la catena e grazie per aver pensato a me anche se la mia religione mi vieta di darle un seguito (bella la scusa, vero?) :-)

      Elimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.