venerdì 13 marzo 2015

Il buonismo e l'ipocrisia

La massima cristiana "porgi l'altra guancia" e la frase del Papa "si aspetti un pugno chi offende mia madre" rappresentano esattamente come la maggior parte delle persone interpreta l'attuale buonismo imperante e cioè: "bisogna perdonare tutti, tranne quelli che ci stanno personalmente sul cazzo".

Forse dovremmo cominciare a tornare ad essere un po' meno ipocriti...
.

10 commenti:

  1. Il buonismo non si limita al perdono, in realtà impone l'uguaglianza. Siamo tutti uguali, alti e bassi, magri e grassi, donne e uomini, bianchi e neri, italiani e marziani. Il tabù della differenza e della linea di demarcazione. Quindi il santo è uguale al peccatore, il cittadino onesto uguale al criminale, eccetera.

    Si, certo, qualcuno ti sta sul cazzo, per esempio Corona non è abbastanza uguale e sta in galera con dei pluriomicidi. La sua colpa è proprio quella, di volere essere diverso. Invece se si fosse limitato ad ammazzare qualcuno, sarebbe stato uguale.

    RispondiElimina
  2. Io mi rifiuto proprio di perdonare se non lo ritengo il caso. Rivendico il mio diritto di avercela con chi mi pare e/o se lo merita.
    Ecchecazzpita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Infatti io non sono ipocritamente buonista...

      Elimina
  3. E quando hai tutti contro e ti nuocciono anche ? Vedi quello che sto passando ora...quoto dalle 8alle5

    RispondiElimina
  4. è difficile perdonare in questo mondo di ladri, dove c'è chi scialacqua e chi muore di fame... ieri hanno dichiarato fallito il NEgri Sud e 100 lavoratori dal prossimo mese non hanno neanche la speranza di avere lo stipendio che tra l'altro non viene pagato loro da 1 anno e mezzo... io quelli li prenderei volentieri a calci in culo... i propietari naturalmente

    RispondiElimina
  5. credo che la differenza tra i popoli anglosassoni ed i piccoli mafioncelli sia stata creata non da quella massima ipocrita ma dal fatto del perdono confessionale e poi eucaristico di cui beneficiano i piccoli mafioncelli, in specie quelli che possono devolvere qualcosa ai mediatori per il bene dei nostri fratelli derelitti e morti di fame.
    Pace e bene

    RispondiElimina
  6. Appunto. Bisogna vedere caso per caso.

    RispondiElimina
  7. l'ipocrisia è una brutta bestia... uno dei mali della società moderna

    RispondiElimina
  8. Ma io infatti di porgere l'altra guancia non ci penso nemmeno per sbaglio. Forse è per questo che non sono molto credente. Ed è forse anche lo stesso motivo per cui non penso che tirare pugni ad altri sia una buona soluzione :)

    RispondiElimina
  9. diciamo che questo Papa è molto meno 'ingessato' dei suoi predecessori e quindi sta decisamente più simpatico (sempre Papa resta eh). Quanto a noi, fedeli e no, ognuno si regoli come crede.. senza farsi male possibilmente.. che poi a tutti ci pensa l'lsis che notoriamente ha il dono della verità assoluta...
    ciao

    RispondiElimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.