mercoledì 7 agosto 2013

In giro fra Spagna e Portogallo

Ieri mi sono deciso finalmente a montare qualche ripresa che avevo fatto lo scorso anno durante il viaggio in Spagna e Portogallo.


Con il caldo torrido di queste settimane che mi toglie qualsiasi voglia di allontanarmi più di qualche metro dall'aria condizionata, ripensavo al viaggio dello scorso anno. Paesi caldi, il sud dell'Europa in pieno luglio. Eppure ricordo solo un paio di giorni di caldo afoso. Per il resto sempre un clima piacevole che permetteva di girare a piedi sotto il sole senza alcun problema sia sulla costa che all'interno dei paesi.

Un'altra cosa che poi ricordo piacevolmente sono le autostrade praticamente deserte che ho trovato ovunque durante il viaggio tranne che in Italia (quello che vedete nei primi secondi del video rappresenta la normalità durante tutte e 3 le settimane). Sembra davvero che il 90% del traffico europeo su gomma si svolga nel nostro Paese. Negli anni ho girato molto in auto ma ovunque ho trovato sempre strade ed autostrade scorrevoli. Tralasciando qualche coda per esodi estivi in Austria e nel sud della Germania, solo in Italia ho trovato un traffico sempre ed ovunque impossibile.

Comunque ecco qui il video :-)


Se poi volete rileggere il diario di viaggio, questo è il link! :-)
.

8 commenti:

  1. A proposito di strade, perché riusciamo ad essere eccezioni quasi solo in fatti negativi? Perché, mi chiedo. Strano Paese il nostro, eppure avrebbe risorse in tutti i campi incredibili.
    Gran bel video da godere seduti al fresco! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una domanda che mi faccio spesso anch'io... :-(

      Elimina
  2. Non sono riuscito a vedere il video, in compenso ho fogliato le pagine del diario di viaggio, ben organizzate con la mappa, le foto e le descrizioni.Le foto e i posti sono veramente belli.Un viaggio ideale, insomma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è stato un bel viaggio anche se il più bello in assoluto è stato quello a Capo Nord (trovi anche di quello il mio diario di viaggio)

      Elimina
  3. la risposta alla tua domanda è presto detta... nei altri paesi funzionano sia i treni che le metro che i trasporti in generale
    quindi si comprano e si usano meno macchine

    semplice, matematico, elementare direi

    adesso vado a vedere il video... -:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono vari motivi:
      1) la densità demografica italiana rispetto alla superficie utile (cioè non montagne) è elevatissima
      2) le ferrovie in Italia fanno pena
      3) da sempre, grazie alla FIAT, la politica italiana ha spinto per il trasporto su gomma

      Diciamo che è un bel mix di problemi oggettivi e di cattiva politica

      Elimina
  4. Balle, io mi sono fatto Milano-Berlino e Berlino-Milano in macchina e il traffico in autostrada c'è dappertutto, tranne nelle regioni dove non esiste attività industriale. Sono sicuro che se attraversi la Kamchackta non trovi anima viva.

    Grazie del filmino delle vacanze. Mi viene in mente il mio povero zio che mi faceva vedere i filmini delle sue crociere con la sua voce che diceva "ecco l'ingresso del salone" e sotto Chopin plin plon.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se tu non vai mai in giro fuori dall'Italia? UN viaggio MI-Berlino magari durante gli esodi? E comunque certo, se scegli le direttrici di maggior traffico commerciale troverai casino anche in Germania, come se passi lungo la costa sud della Francia d'estate. Ma non occorre andare in Kamchatka per trovare le strade deserte. Vedi, uno che mi dica che racconto balle, le balle me le fa girare. E se i filmini delle vacanze ti annoiano puoi tranquillamente saltarli, non sei a casa di tuo zio dove ti obbligavano a guardarli...

      Elimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.