mercoledì 5 dicembre 2012

I negozianti di Trieste

Trieste centro, famoso negozio di materiale fotografico:

  • Io: "Buona sera, avete la GoPro3 Black Edition?"
  • Negoziante: "No, ma è in ordine..."
  • Io: "Quando dovrebbe arrivarvi?"
  • N: "Boh, forse il 10, forse il 15 del mese..."
  • Io: "E' possibile prenotarne una?"
  • N: "Mah guardi, è meglio se ripassa oppure può telefonare..."
  • Io: "Veramente preferirei essere sicuro e fermarne una"
  • N: "Abbiamo già qualcuna prenotata, è meglio se passa di qui fra una settimana..." 
  • Io: "Ah, va beh... Grazie e arrivederci"

Questa la scena... Vado a casa, internet, sito della GoPro, stesso prezzo del negozio con consegna entro 2 giorni. In 5 minuti ordinata macchina e pure un po' di accessori...

Ora mi chiedo: ma con la crisi che c'è in giro, fossi io il negoziante, se un cliente chiede di prenotargli una macchina fotografica, lo faccio di corsa! E lui invece cosa fa? Scoraggia l'acquirente spingendolo a cercare altrove quello che lui dovrebbe vendere...

In questo modo i clienti si perdono in un nanosecondo e non tornano più. Poi inutile piangere che il negozio fallisce... Se 30 anni fa potevi contare sul fatto che eri l'unico a trattare certa merce in città, ora non è più così, convinciti!

A Trieste di commercianti così ce ne sono tanti. Ma confido che in breve si estingueranno come meritano...
.
 

26 commenti:

  1. A giudicare dalla descrizione, mi verrebbe da pensare che si tratti di un noto negozio nelle immediate vicinanze della chiesa di Sant'Antonio... O sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sbagli... Diciamo che la loro "simpatia" è conosciuta :-)

      Elimina
    2. Fin troppo; se mi serve qualcosa vado a San Giacomo. L'ultima mia esperienza in questo senso è abbastanza agghiacciante, e simile alla tua... Entro perché volevo fare una stampa su tela di grande formato (quindi: TANTI soldi).
      Io: volevo stampare questa foto blablabla, su tela, con cornice in legno spessa. Quanto viene?
      Negoziante: Eh, non saprei, ma abbastanza.
      Io: Cosa vuol dire abbastanza?
      Negoziante: Mah, di preciso non so, ma parecchio.
      Io: Cioè?
      Negoziante: Mi pare circa 100 euro a metro quadro.
      Io: D'accordo, a me serve in formato 150 x 70, quindi quanto viene?
      Negoziante: Eh, più di 100 euro credo.
      Io: Sì, ma QUANTO??????
      Negoziante: Eh... Abbastanza.
      Io: Vabbè. Arrivederci.

      Elimina
    3. Mi domando come non abbiano ancora fallito...

      Elimina
  2. Ciao Giulio, no credo capito solo a Trieste.
    Almeno qui da me Bologna e dintorni la situazione è simile.
    E incredibile.
    Ormai, a parte gli alimantari, compro tutto online.
    Buona giornata!
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io anche gli alimentari (con consegna domicilio) ;-)

      Elimina
    2. Diciamo che abbigliamento ed alimentari preferisco ancora vederli in negozio ma per il resto...

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. che strano sto commerciante, in genere per non scoraggiare i clienti dicono sempre che è in arrivo,
    ma se non ha voluto un anticipo significa che non ha voglia ed interesse nell'oggetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però non hanno nemmeno voglia dei soldi dei clienti... boh, giuro che non li capisco

      Elimina
  5. Purtroppo temo non sia un problema solo di Trieste. E' vero che i commercianti, cioè i piccoli negozi, sono in crisi anche per via della concorrenza della grande distribuzione, ma è anche vero che la maggior parte di loro non fa molto per rimediare. Alla fine il loro vero vantaggio competitivo sarebbe il rapporto di fiducia con il cliente, la disponibilità, la gentilezza, oltre alla competenza ovviamente... Ma non in molti sembrano accorgersene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Per me la gentilezza e la cortesia contano molto: anche solo per prendere un caffè non sceglierei mai un posto dove sono scortesi, facessero pure il miglior caffè della città...

      Elimina
  6. ..mancanza di 'naso' si dice dalle mie parti. O magari non hanno i soldi per ordinare un po' di merce..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo che in quel negozio soldi non gli mancano... Forse è per questo che se ne fregano di trattar bene i clienti...

      Elimina
  7. è un'amara considerazione che ho fatto anch'io. spesso i negozi "fisici" hanno prezzi più alti di quelli online, e lo accetto perchè mi offrono la possibilità di avere quello che voglio quando lo voglio e di farmelo toccare con mano prima dell'acquisto. ma quando questi vantaggi non esistono e il negoziante riesce a scoraggiare l'acquirente, allora si merita che i miei soldi vadano a qualcunaltro... a pensarci bene sono anni che compro quasi esclusivamente online (cibo a parte!)

    RispondiElimina
  8. Ci sono negozianti che ancora non hanno capito l'immenso potere di internet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo capiranno quando (per loro) sarà troppo tardi...

      Elimina
  9. Ce ne sono un sacco anche a Genova, se vi interessano le statistiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che arrivino alle vette del "nosepol" e "notignimo" triestini ;-)

      Elimina
  10. Oh, non hai idea!
    Quando entri ti guardano con la faccia da "Ma non lo vedi che ero qua che non facevo un belino, perché sei venuto a rompere?".
    Poi ti servono con lo scazzo e cercano di mostrarti meno alternative possibili.
    Nel mentre, ti trattano con sufficienza, come se ti facessero un piacere enorme a prendere i tuoi soldi. Se non hanno quello che gli chiedi, puntano a farti credere che non esista.
    È ovvio che non sono tutti così, anche perché la concorrenza dei punti vendita monomarca con personale istruito alla vendita (che da noi sono più numerosi e forse sono comparsi prima) ha iniziato a insegnare loro un po' di educazione, ma l'atteggiamento è duro a morire.

    Io, ad esempio, trovo che nel complesso i negozianti triestini siano garbati e disponibili. Quando mi sono trasferita, l'atteggiamento cortese e accogliente che avevo trovato nella maggior parte dei negozi mi aveva molto colpita. Ora che ci penso, tutti mi guardavano con tanto d'occhi quando dicevo che trovavo i negozianti molto amichevoli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta che vado a Genova devo provare l'esperienza di cercare qualcosa di assurdo in qualche negozio... :-)

      Elimina
  11. Si vede che il commerciante in questione è ricco. O magari genovese, che anche qui a cortesia mica scherzano :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima di sicuro (ma lo fanno anche quelli che falliscono 2 mesi dopo). Genovese sicuramente no (al massimo istriano)...

      Elimina
  12. incredibile. ma sapranno che esiste internet?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente non ne hanno ancora compreso appieno le potenzialità (di portargli via la clientela)... E soprattutto si approfittano che a Trieste ci sono tanti vecchi che hanno ancora bisogno irrinunciabile del negozio fisico...

      Elimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.