mercoledì 21 novembre 2012

Le gioie del condominio...

Hanno fatto la riforma delle leggi sul condominio

Ci hanno messo 70 anni per apportare delle modifiche.

Come tutte le nuove leggi hanno fatto una schifezza...

Si fossero limitati alla parte che riguarda gli animali domestici e le barriere architettoniche sarei anche favorevole ma no, hanno voluto toccare pure la parte del riscaldamento.

Permettere a chiunque in un condominio con l'impianto di riscaldamento centralizzato di staccarsene senza dover aspettare il parere dell'assemblea è una cazzata enorme.

Un impianto centralizzato che fornisce riscaldamento a 20, 30 o più appartamenti è frutto di una attenta analisi di costi, potenza e bilanciamento nella fornitura di acqua calda. Se un condomino si stacca magari cambia poco ma se improvvisamente, come permette di fare la nuova legge, si staccano la metà degli utenti, tutto l'impianto viene messo in crisi perchè diventa sovradimensionato e sbilanciato per i restanti utenti.

Ok che la legge dice "a patto di non causare pregiudizio agli altri condomini" ma se non viene discussa prima la richiesta di staccarsi, chi valuta il punto in cui comincia a venir causato pregiudizio agli altri?

Ne vedremo delle belle...

 .
 

10 commenti:

  1. Io sinceramente non vedo l'ora di vivere per condominio per assistere a una vera e propria assemblea. Sono convinto che mi divertirei davvero tanto. Ovviamente per le prime una-due volte. Poi prevarrebbe la rabbia e la frustrazione, ne sono altrettanto certo.

    Comunque concordo, a leggerla così sembra proprio una grande cazzata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i condomini sono persone con l'intelligenza almeno uguale a quella di un bonobo e di indole mansueta le assemblee filano lisce e perfino noiose. Purtroppo spesso questo è sperare troppo.

      Elimina
  2. Siamo governati da dementi, stupidi, ignoranti e corrotti, io vivo in una casa singola ma pensare di dover condividere le mie spese con gente che magari non paga, come succede da mia madre dove l'edificio ha problemi strutturali ed i lavori sono bloccati a causa di alcuni condomini, fior di professionti (avvocati, medici) che non vogliono uscire un euro dalle tasche, mi viene la nausea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il condominio è la nostra società in piccolo

      Elimina
  3. ahahahahahahahah ahahahahahahah (risatona sarcastica)
    scommetto che dentro ci hanno infilato qualche necessità di dichiarazione asseverata dal timbro del tecnico competente.
    Oramai questi caporioni fanno leggi solo per allargare il giro delle loro caste a parenti ed amici.
    Oggi quatambia di più chi mette il timbro e chi lo convalida allo sportello, di quello poi che dovrà sporcarsi le mani per fare il lavoro, magari non pagato o pagato al nero per non aggraviare troppo il costo finale dell'opera.
    La NOSTRA cara e vecchia tajetta dei tanti parolai ben retribuiti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sa che in Italia la burocrazia occupa il 90% del tempo e degli sforzi per fare qualsiasi cosa... il restante 10% è occupato dal lavoro vero e proprio :-)

      Elimina
  4. sfondi un portone aperto con me...a forza di combattere con gli amministratori tra poco posso fare l'esame e diventarlo io stesso...non se ne trova uno decente che sia uno...per non parlare della maleducazione della gente...
    delle norme approvate mi sembra che una "discreta" sia quella dei rendiconti online...(cosa che alcuni già offrono). domani ho assemblea e naturalmente non ho avuto modo di vedere in anticipo le pezze d'appoggio. staremo a vedere...
    ciao
    acar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona assemblea Adriano, ti metti l'elmetto anche tu? :-)

      Elimina
  5. per fortuna hai messo quella simpatica vignetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' l'unica cosa simpatica delle riunioni di condominio... :-)

      Elimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.