venerdì 26 ottobre 2012

Il paese delle truffe

Ogni giorno che passa scopro qualche nuovo modo di venir truffati nel nostro Belpaese.

L'ultima che ho saputo mi è stata raccontata da un mio amico di FB e riguarda il mercato dell'energia elettrica. Sembra sia una truffa in essere già da diversi anni ed a cercare in rete si trovano molte informazioni. Ciò nonostante penso sia utile continuare a diffondere l'allarme visto che le truffe continuano...

Tutto parte da una telefonata o da una visita di un promotore di una azienda elettrica del cosidetto "libero mercato" o perfino da persone che si qualificano come dipendenti Enel. Il loro scopo è riuscire ad ottenere il codice POD (che appare sulle fatture) che identifica il consumatore. Con quel codice in loro possesso gli operatori truffaldini possono far partire una richiesta di cambio gestore (con una firma falsa o addirittura senza firma).

L'utente scopre spesso dopo mesi di avere un nuovo contratto (ovviamente più oneroso) nel momento che inizia a ricevere le fatture del nuovo operatore.

Incredibile come, nonostante anni di segnalazioni di questo genere di truffe, ancora non siano stati presi provvedimenti seri. Spetta quindi solo al comune cittadino evitare di venir raggirato. Occhio quindi a mostrare a chicchessia le bollette della luce o a comunicare il proprio codice POD per telefono: potreste trovarvi a pagare un nuovo gestore "a vostra insaputa"...
.
 

6 commenti:

  1. però poi conta molto il livello di fortuna o culo che uno si trova
    ad esempio mia cognata, molto sprovveduta, senza sapere quello che faceva è passata dall'acea (che è l'azienda comunale qui a roma che paga i migliori stipendi di tutto il comune) all'eni ed ora spende molto meno (perlomeno così dice)
    IO son troppo pigro per i cambiamenti lo faccio solo quando ricevo qualche scorrettezza, come quando abbandonai telecom per il fisso e l'adsl, risparmiando a tutt'oggi un sacco di soldi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, però anche se mi portasse un vantaggio, vorrei essere io a deciderlo e non qualcun altro...

      Elimina
  2. Segnalazione importante, grazie.

    RispondiElimina
  3. che schifo. ma grazie per la segnalazione.

    RispondiElimina
  4. Ho avuto anch'io a che fare con fantomatici "dipendenti ENEL mercato libero", che ho mandato a quel paese.
    Al di là di questi truffatori, sarebbe ora di regolamentare meglio i contratti telefonici o via web, stabilendo una volta per tutte che finché uno non firma la carta, rimangono sospesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho l'impressione che a troppi faccia comodo che ci sia sempre il modo di spennare i polli... Allo Stato in primis :-(

      Elimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.