domenica 4 dicembre 2011

Cornuti e mazziati

Fino ad un mese fa la rete era tutta un gran fermento contro Berlusconi. Certo, non si può assolutamente dire che non si meritasse tutte le critiche e credo sia stato un bene per il Paese che si sia finalmente dimesso. Ma sembrava che fosse lui l'unica causa di tutti i mali.

Ed infatti, tolto di mezzo lui, la rete si è ammosciata.

Monti sta mettendo in piedi una Manovra che non tocca minimamente gli sprechi che ci hanno portato ad una situazione economica disastrosa, sprechi che prima venivano da tutti sempre addebitati al governo di Berlusconi.

Di tagli al numero esagerato di parlamentari e senatori non se ne parla. 
Di tagli agli stipendi esagerati di tutti i politici non se ne parla.
Di tagli alle pensioni dei politici c'è solo qualcosa di vago che FORSE verrà applicato dalla prossima legislatura (seee, sicuro...)
Di regolamentare VERAMENTE i maxi-stipendi di manager pubblici non se ne parla.
Di tagli a costosissime opere pubbliche inutili non se ne parla.
Di tagli a spese per missioni militari non se ne parla.
Di far pagare qualcosa anche al ricco Vaticano non se ne parla.
Di vera lotta all'evasione fiscale non se ne parla (o meglio si parla in modo vago come al solito)

Come racimolerà Monti tutti i soldi che mancano? Con maggiori tasse sul reddito, aumento dell'IVA, tassa sulla casa, innalzamento ulteriore dell'età pensionabile, tagli sulle pensioni, tagli alla sanità, ecc...

Quindi pagheranno una volta di più SEMPRE GLI STESSI!

E tutti zitti! Tutti a dare per scontato che bisogna fare sacrifici per rimediare ai disastri delle precedenti legislature. Tutti terrorizzati che lo Stato vada in default (cosa effettivamente da non escludere) ma nessun cittadino onesto che si ribelli a dover pagare sempre lui mentre nessun sacrificio viene richiesto al mastodontico carrozzone politico che ci ha inguaiato.

Carrozzone politico che ora sta ben zitto, contento di aver inculcato nel popolino l'idea del sacrificio per la Patria come giusto prezzo da pagare perchè Berlusconi si dimettesse.
.

11 commenti:

  1. d'altronde lui è stato messo lì dalla casta ed è giusto che gli ordini li prenda da loro te lo dice il fatto che non ha venduto la rai, lui gran liberale conosce bene come sopravvive la rete pubblica negli states

    RispondiElimina
  2. Lo dico anch'io! Deve pagare chi ci ha rovinato.

    RispondiElimina
  3. Tagliare le spese della politica dovrebbe essere sacrosanto, specie ora (tra l'altro ti sei dimenticato l'esorbitante contributo spese elettorali via via aumentato negli anni nel silenzio generale) ma non basta certo a risolvere la nostra crisi, che già era grave in generale ma che con Berlusconi e il suo governo di incompetenti abbiamo davvero affrontato nel peggiore dei modi...

    Il problema però secondo me è un altro: ma siamo sicuri che manovre economiche di tagli e risparmi siano una buona idea in tempi di crisi economiche? Adesso avremmo bisogno di più gente che va al cinema o al ristorante, non del contrario!

    RispondiElimina
  4. Dai, non essere così duro. Qualcosa si sta muovendo. Non è facile per lui e il suo governo. Troppe cose da fare in poco tempo. Diamogli spago, e un pò di fiducia.
    Secondo me l'uomo ci sa fare e, se gli sarà permesso, non ci deluderà.

    RispondiElimina
  5. @Fra' Puccino: sono daccordo che il grosso problema di questa crisi è la sua involuzione: guadagno meno quindi spendo meno quindi girano meno soldi quindi mi tagliano lo stipendio quindi spenderò meno, ecc...

    @Angelo: L'uomo ci sa fare sicuramente: sa parlare molto bene ed ha già convinto tanti a dare l'oro per la Patria... :-(

    RispondiElimina
  6. Pagano sempre i soliti.
    Al momento...
    In futuro sarà anche peggio.

    RispondiElimina
  7. Triste ma vero!!! Comincia a farmi male la schiena a stare giù a 90!

    RispondiElimina
  8. Si potrebbe anche aggiungere che i soldi scudati si sarebbero potuti tassare anche un po' più del 1,5%!
    Altrimenti i furbi se la cavano sempre e noi giù a pagare.

    RispondiElimina
  9. giulio, mi sembra un giudizio affrettato quello che dai della rete...un conto i 2 maggiori quotidiani online un conto gli altri...
    ti cito solo il blog di byoblu...

    io penso che questo cambio di primo ministro sia solo servito a placare gli animi che diventavano troppo esagitati nel paese...(x me nessuno aveva interesse a farci fallire realmente col rischio di non beccare nulla)
    vedrete che a tempo debito i soliti noti rispunteranno e avranno buon gioco a dire che loro non avrebbero mai tassato il popolo (destra sinistra e centro, sia chiaro).
    intanto la benza aumenta da subito...chi ci avrebbe mai pensato...a ridosso della 13ma...

    acar

    RispondiElimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.