martedì 13 settembre 2011

E se andiamo in default?

Io mi sto seriamente preoccupando della situazione nazionale ed internazionale. Anche perchè, a causa degli stretti legami finanziari in Europa, trovo quasi impossibile che uno Stato vada in default senza trascinarsi dietro tutti gli altri con effetto domino.

E cosa ci aspetterebbe se questa eventualità si verificasse? Sparisce l'euro? Code alle banche per ritirare una minima parte dei propri risparmi? Fallimenti e licenziamenti generalizzati? Sommosse popolari?

Io di casi di default ricordo solo l'Argentina e non sono bei ricordi... E credo che in Europa sarebbe molto peggio...
.

14 commenti:

  1. default o insolvenza ? penso che utilizzare il termine "insolvenza da parte dello stato", sia più appropriato (non che default abbia un altro significato).
    Per uno che ha 50 anni il termine "insolvente" ha più peso, se hai una morale, senti di aver fatto una cosa brutta (parlo per me ovviamente); il termine default al contrario, e, sempre per me, nel liguaggio informatico, siginifica che comunque e qualunque cosa faccia, ci sarà un'azione di protezione, testata e sicura, che ti permetterà di non spingerti oltre determinati limiti.
    Personalmente faccio fatica a digerire il termine default come qualcosa di imponderabile.......sono vecchio :)

    RispondiElimina
  2. Temo vivamente che convenga davvero prepararsi al "peggio".. poi se non avverrà, meglio, ma almeno saremo un po' preparati (per quanto possibile!)

    RispondiElimina
  3. Non voglio nemmeno pensarci... (per modo di dire).

    RispondiElimina
  4. Penso che le conseguenze al momento non siano nemmeno del tutto immaginabili. Sicuramente sarebbero molto gravi e tutti gli sforzi che l'Europa sta mettendo in campo per tenere a galla la situazione economica dell'area Euro ne sono ulteriore testimonianza.

    RispondiElimina
  5. io ho già provveduto a spostare tutto il mio flottante sul dollaro ampiamente sottovalutato tanto che se vai negli usa vivi con la metà di quello che occorre in germania
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Anch'io sono molto preoccupata, ma non vedo soluzioni intelligenti per evitare la catastrofe.

    RispondiElimina
  7. Io oltre a essere preoccupato, sono anche pessimista (o realista?).
    Siamo ormai prigionieri delle regole che ci siamo dati noi stessi e che ora non sappiamo più controllare.
    E' da tempo che voglio ritirare i risparmi, perché il blocco dei depositi sarebbe la prima cosa che accadrebbe.
    Tempi duri si preparano... molto duri...

    RispondiElimina
  8. il pedone da scacco al re in 3 mosse:
    nazionalizziamo le banche, espropriamo le proprietà dei grandi evasori, mandiamo a casa tutta questa classe politica.

    RispondiElimina
  9. La cosa che più mi fa incazzare è che di questa situazione i soliti potenti continuano a trarre benefici arricchendo i loro portafogli!
    Ciao Giulio, Roberta

    RispondiElimina
  10. @Linea Gotica: te l'appoggio al 100%

    RispondiElimina
  11. Serve un "reboot" del sistema economico e politico, ripendando completamente il sistema di gestione delle risorse, ma tutto questo non sarà né semplice né indolore, temo.

    Ciò che mi spaventa di più è che non abbiamo né in Italia né in Europa leader carismatici che possano offrire alla collettività una Nuova Visione, un New Deal, portando i popoli verso una nuova frontiera.

    L'Europa ha fallito clamorosamente, perché è sempre stata l'Europa dei banchieri e dei burocrati, non dei popoli: di fronte alle nazioni allo sbando, quale leader sorgerà per portare un'autentico progetto alternativo?

    RispondiElimina
  12. Lo scopriremo temo perchè...qualcuno di voi sa forse un motivo d'ottimismo per sperare speranza che non accada??? ...

    RispondiElimina
  13. La politica economica perseguita negli ultimi quarant'anni ci ha portato a questo: privatizzazioni, tagli al sociale/cultura/educazione, guerre, guerre, guerre ... e continuano a fare questa dicendo che è una soluzione. O sono pazzi o criminali. Urge inversione a U.

    RispondiElimina

Causa spam eccessivo al momento non è più possibile commentare come anonimo.